20140303-163953.jpgSabato 1 e domenica 2 marzo, sono stati in 70 a partecipare alla prima edizione della StraToRiver, la StraTorino sul Po.

Nonostante le condizioni climatiche poco favorevoli ed il livello del fiume alzatosi nella notte, il bilancio è stato molto positivo. Una bella festa dedicata a tutti gli sport di pagaia agonistici e non. Fortissima la presenza degli sport hawaiani, dal S.U.P. Stand up paddling alla Canoa Polinesiana. Per quest’ultima disciplina, la competizione torinese ha assunto una particolare rilevanza, poiché prima tappa dell’anno per il ranking nazionale, determinante per formare la squadra che rappresenterà l’Italia ai Mondiali di Canoa Polinesiana, che si svolgeranno a Rio de Janeiro nel 2014.

Tanti i torinesi che hanno partecipato. I padroni di casa si sono fatti valere e hanno ottenuto ottimi risultati. Per il SUP, Giordano Bruno Capparella, già vicecampione italiano, è vincitore dello Sprint e del Fondo 12 km in SUP. Nello sprint di canoa polinesiana a dominare è stato il giovane savonese Alberto Araldo. Gli atleti di Torino si sono ben difesi e hanno ottenuto anche buoni piazzamenti, Bazzini Claudio è stato il vincitore del percorso di fondo in polinesiana, Davide Capello ha conquistato il terzo posto, mentre Beppe Fuso e Pietro Benedetti sono stati i più veloci con i kayak olimpici a coprire il percorso di 12km, vincendo la forte corrente.

Anche i giovani si sono fatti valere. Terzo posto nella 6km Bic Sup One Design a Tommaso Cassolo, torinese di 14 anni, che ha tallonato gli avversari con il doppio dei suoi anni fino alla fine. Bravissime le donne che si sono impegnate al massimo su un fiume non facile. Altra vittoria torinese, quella della 6km Bic Sup One Design, con un primo posto conquistato da Silvia Ronco.

Questa è la prima esperienza che vede raggruppate in un’unica manifestazione le discipline della pagaia. Si spera siala prima di una lunga serie. Una specialità in crescita, soprattutto tra il pubblico femminile. Patrocinata dal Comitato Sport per Tutti della FICK, la manifestazione ha visto molto soddisfatto il Presidente del relativo Comitato Regionale Piemontese, Massimo Bucci, che si è complimentato per l’organizzazione curata da Luca Cassolo in collaborazione con il Circolo Eridano.

“L’obbiettivo è stato e sarà sempre quello di coinvolgere tutti i praticanti degli sport di pagaia nelle nostre manifestazioni, – ha spiegato Luca Cassolo – incentivando e promuovendo le novità, a partire dal paddling. Speriamo di vedere in acqua anche canoe dragon boat, che in questa edizione abbiamo visto solo con l’equipaggio delle Dragonette di Torino. Un ringraziamento va a chi ha attivamente collaborato, oltre alle istituzioni sportive anche a Bic Sport, Vibram, Dare Motus, Lavacore, Syform, La Glisse , Circolo Eridano.”

Se vuoi saperne di più sul Sup, clicca qui e leggi l’articolo di approfondimento e guarda il video!

Fonte: Leggi l’articolo originale